Confcooperative

Cuore innovativo – Piter, Fondo europeo Interreg ALCOTRA

logo cuore innovativo completo

Il progetto Cuore Innovativo, che vede coin­vol­ta UNIONCOOP-TORINO e Con­f­coo­pe­ra­ti­ve Pie­mon­te nord, intende costruire servizi e progetti innovativi a supporto dell’aumento del grado di innovazione delle imprese del settore turistico, attraverso azioni mirate a livello transfrontaliero.


I partner di Cuore Innovativo

Il tema va inserito in una strategia più ampia, che è quella del PITER ALTE VALLI – CUORE DELLE ALPI che ha come obiettivo:

rendere l’area delle Alte Valli una “destinazione intelligente”, lavorando sull’attrattività del territorio e garantendo un’elevata qualità della vita che porti le persone a “restare” e a non trasformarlo in un luogo di passaggio. 

L’analisi

Il territorio del progetto è segnato da una geografia complessa che impatta sullo sviluppo delle imprese del territorio. Principalmente costituito di piccole imprese, poco capitalizzate, l’apparato economico delle alte valli è fortemente legato al turismo.

La scarsità di grandi imprese e il debole tasso d’internazionalizzazione frenano lo sviluppo dell’innovazione. Molti imprenditori locali sono quindi lontani dall’innovazione per mancanza di rete, d’infrastrutture o di fornitura di servizi.

Di fronte a questa constatazione, il progetto ha per ambizione di rendere l’innovazione accessibile alle imprese del territorio grazie ad azioni transfrontaliere di rinforzamento e di messa in rete delle imprese attraverso strumenti innovativi. Le azioni mirano ad aumentare la competitività del territorio e la sua attrattiva per i turisti e per i residenti.

L’idea

Costruzione di servizi e progetti innovativi a supporto dell’aumento del grado di innovazione delle imprese del settore turistico, attraverso azioni mirate a livello transfrontaliero e coinvolgendo i principali stakeholder con competenze sul territorio.

Obiettivo generale di Cuore Innovativo

Garantire adeguate opportunità di innovazione per le imprese transfrontaliere del settore turistico, in quanto settore trainante dell’economia del territorio.

Lo scopo è creare i presupposti per garantire lo sviluppo economico e per un turismo sostenibile, responsabile e accessibile, consentendo una diversificazione dell’offerta turistica e rafforzi l’economia locale e transfrontaliera.

Tre gli obiettivi specifici

  1. Rafforzare la conoscenza del livello di innovazione del settore turistico transfrontaliero, i suoi bisogni e le sue prospettive di sviluppo.
  2. Facilitare la diffusione di una cultura dell’innovazione nei confronti delle PMI turistiche del territorio transfrontaliero.
  3. L’aumento del grado di innovazione dei territori, attraverso la realizzazione di percorsi di innovazione sperimentali transfrontalieri rivolti alle imprese del settore turistico.

Il lavoro dei partner si concentrerà sulla definizione, realizzazione e sperimentazione di servizi sperimentali e progetti locali innovativi, realizzati in ottica di trasferibilità futura su altri territori e, potenzialmente, altri settori economici diversi da quello turistico.

Il progetto intende agire sull’innovazione dell’area PITER, rendendo tale azione strumentale all’aumento di competitività e di attrattività del territorio e all’aumento della qualità della vita per i residenti.

Le attività previste

si prevede di creare un sistema transfrontaliero di attori che coinvolgano imprese, associazioni, centri di ricerca / università e instituzioni pubbliche. Questo sistema si basa su spazi (fisici e virtuali) in cui tutti gli attori coinvolti possono dialogare, conoscere le opportunità d’innovazione e di R&D (Research and Development/ Ricerca e sviluppo), trovare soluzioni comuni ai problemi e agli ostacoli incontrati, in modo  che l’innovazione in senso lato diventi parte integrante della cultura aziendale.

Più concretamente il progetto prevede la creazione di undici servizi innovativi: