Confcooperative

#IMPRENDOASCUOLA. Sviluppare innovazione e competenze

Il progetto #IMPRENDOASCUOLA. Sviluppare innovazione e competenze si pone nell’ambito della sensibilizzazione all’autoimprenditorialità con un approccio all’imprenditorialità cooperativa e alle competenze trasversali.

Per incrementare la valenza delle attività proposte, nonché stimolare in loro un futuro possibile impegno, anche di autoimprenditorialità, nel campo della cooperazione, si propone di coinvolgere gli/le studenti/srudentesse interessati/e  in un percorso che li/le “trasformi” in giovani antenne per l’innovazione del territorio.

Il progetto #imprendoascuola è realizzato con il contributo della Camera di Commercio di Torino

logo camera di commercio di Torino

Durata del progetto:

Inizio attività: 15 Dicembre 2020 – Termine Attività: 31 ottobre 2021

Soggetti coinvolti:

Obiettivi del progetto #IMPRENDOASCUOLA:

Le azioni, che si articolano in 2 FASI principali, hanno l’obiettivo di elaborare un percorso che generi dal basso, e quindi dal piccolo gruppo (gli/le studenti/esse), nuovi servizi, nuove filiere di valori che possano contaminare ambiti tradizionali, trasformarli e diventare nel tempo modelli alternativi che in parte si sovrappongono e in parte si sostituiscono a quelli tradizionali.

L’idea parte dall’assunto che sono soprattutto le cooperative e gli operatori che lavorano nei servizi che hanno bisogno dell’immaginazione di giovani studenti/esse e della loro capacità di vedere e percepire le cose di ogni giorno con occhi nuovi e privi di filtri.

Le attività permetteranno inoltre agli studenti di apprendere l’importanza delle competenze trasversali sia nei diversi contesti di vita sia in ambito lavorativo e come il loro sviluppo sia un valore aggiunto nel processo di crescita.

In entrambe le fasi proposte verranno  privilegiati lo sviluppo dell’autonomia di pensiero, la capacità di interazione, con riferimento anche al modello organizzativo cooperativo, e la “mentalità” imprenditoriale, facendo emergere e riconoscendo le competenze e attitudini imprenditoriali che ciascuno già possiede. 

Obiettivi qualitativi:

Obiettivi quantitativi:

Il progetto #imprendoascuola si articola in 2 FASI:

FASE 1

Organizzazione di moduli di formazione specifici; monitoraggio e supporto durante il loro impegno nelle diverse cooperative; gestione di una “call for ideas” che premi le migliori idee di team per innovare in chiave di sostenibilità alcuni dei servizi presso cui andranno ad operare nelle imprese.

FASE 2

Organizzazione di un laboratorio di sensibilizzazione all’autoimprenditorialità cooperativa con attività di peer-education.

DESTINATARI

Il progetto prevede i seguenti destinatari:

Il percorso si articola nelle seguenti AZIONI:

AZIONE 1) PREPARAZIONE E PIANIFICAZIONE

ATTIVITÀ 1.1 – RILEVAZIONE DISPONIBILITÀ SCUOLA E IMPRESE 

L’attività si concentra sulla rilevazione delle disponibilità di scuole e  imprese a partecipare al progetto con l’obiettivo di costruire il gruppo di lavoro.

ATTIVITÀ 1.2 – PIANIFICAZIONE ATTIVITÀ 

Definiti i soggetti partecipanti verrà costituito il tavolo di lavoro che si incontrerà per una prima conoscenza e per pianificare le attività. Sarà infatti necessario definire il gruppo di studenti partecipanti e la classe coinvolta nel PEER TO PEER e condividere un calendario dettagliato del percorso, il team dei formatori coinvolti e gli strumenti per ciascuna azione.

AZIONE 2) FASE I – PERCORSO INNOVAZIONE

ATTIVITÀ 2.1. – FORMAZIONE SUI TEMI DELL’INNOVAZIONE  E AUTOIMPRENDITORIALITÀ

Questa attività prevede una formazione in plenaria, di 40 ore,  in cui, dopo una prima conoscenza, si affronteranno i seguenti contenuti: la progettazione, innovazione-open innovation e innovazione sociale, le risorse territoriali attivabili, l’analisi della situazione attuale dei servizi, la cooperazione, la comunicazione, il piano economico, testimonianze di imprese ed enti, conoscenza delle cooperative ospitanti e loro bisogni. 

In questa settimana, suddivisi in team, i ragazzi avvieranno lo sviluppo di un’idea innovativa in risposta ai bisogni presentati dalle imprese, a cui saranno abbinati, durante la settimana di formazione.

ATTIVITÀ 2.2 –  SVILUPPO DELLE IDEE IN IMPRESA

Ciascun gruppo si recherà presso l’impresa, abbinata durante la settimana di formazione,  per una migliore conoscenza della stessa e per sviluppare la propria idea innovativa (20 ore) attraverso la definizione del Model Canvas. I gruppi saranno accompagnati, supportati e monitorati da un team di tutor (cooperatori e tutor progetto) che li aiuteranno nello sviluppo delle idee innovative, ragionando sui bisogni emergenti, non soddisfatti o non intercettati nei servizi. Ciascun gruppo al termine di ogni giornata invierà al  tutor di progetto una relazione sulle  attività svolte.

ATTIVITÀ 2.3 – SVILUPPO DEI PROGETTI IN IMPRESA

I  team di studenti, guidati dal tutor di progetto e dell’impresa, lavoreranno allo sviluppo e alla stesura definitiva del progetto (24 ore) definendo il Business Plan e la scheda progettuale che verrà fornita tra gli strumenti di progetto. Al termine redigeranno il pitch finale di presentazione del progetto.

ATTIVITÀ 2.4 – PRESENTAZIONE E VALUTAZIONE DEI PROGETTI

Questa attività verrà svolta tramite l’organizzazione di un evento finale: verrà chiesto ai 5 team di presentare i progetti, attraverso il  pitch, davanti alle imprese ospitanti ed alla Commissione di Valutazione che, in base a criteri definiti, premieranno il gruppo che ha proposto la migliore idea progettuale.

La valutazione dei progetti vedrà un lavoro di rete con i soggetti del mondo scolastico, formativo ed imprenditoriale cooperativo e non. Gli esperti che comporranno Commissione saranno infatti componenti del sistema imprenditoriale cooperativo, della Camera di commercio e della scuola.

A tutti gli studenti verrà  consegnato un attestato di partecipazione e un riconoscimento specifico sull’idea presentata.

Al team vincitore, sarà offerta un’esperienza (visita, viaggio studio, evento, corso o simile a seconda della disponibilità e delle possibilità nel periodo) presso un luogo dedicato all’innovazione, alla crescita di talenti e competenze e allo sviluppo di idee imprenditoriali.

AZIONE 2) FASE II – L’AUTOIMPRENDITORIALITÀ SPIEGATA CON LA PEER EDUCATION

Questa fase vede il coinvolgimento di una classe IV di un istituto superiore della Città Metropolitana di Torino che potrà partecipare ad un laboratorio di sensibilizzazione all’autoimprenditorialità cooperativa, beneficiando di un attività di peer education.

Il laboratorio è finalizzato ad incoraggiare nei giovani studenti l’interesse all’autoimprenditorialità cooperativa nei suoi diversi  settori: servizi, turismo, cultura, finanza, socio-sanitari, sport, consumo, ecc. mediante interventi introduttivi sugli adempimenti preliminari delle attività in proprio, e momenti di riflessioni e confronto con professionisti. 

Attori attivi, oltre al team di professionisti ed esperti, saranno i gruppi che hanno partecipato alla FASE I e che potranno raccontare alla classe la loro esperienza oltre a presentare i progetti di impresa sviluppati. 

Metodologia del progetto #imprendoascuola

La metodologia che verrà utilizzata sarà di tipo laboratoriale, attraverso simulazioni ed esercitazioni pratiche, lavori di gruppo, con la predisposizione e il supporto di materiali teorici in forma di sondaggi, slide e presentazioni. 

Si attiverà inoltre  il metodo della Peer Education (“Educazione tra Pari”) che identifica una strategia educativa volta ad attivare un processo spontaneo di passaggio di conoscenze, di emozioni e di esperienze da parte di alcuni membri di un gruppo ad altri membri di pari status: in questo caso l’incontro tra studenti delle classi IV e V superiore. Questa pratica sarà occasione per gli studenti per discutere liberamente e sviluppare un apprendimento 

Si forniranno agli studenti strumenti e nozioni finalizzati all’autonomia nel trovare soluzioni efficaci e applicabili in modo trasversale ai diversi contesti, attraverso processi che utilizzano la logica, la creatività e l’apprendimento cooperativo.

Tutte le attività potranno essere svolte in caso di necessità anche attraverso piattaforme on-line. Si prevede di utilizzare strumenti per la condivisione delle informazioni e trasmissione del materiale, che possono essere facilmente accessibili a tutti come ad es. Google Drive.